• Davide Spagnolo

Cinghiali, il branco - Ep. 2: Dalle cozze alla vela


Foto di repertorio, solo per cuori forti

BIOGRAFIA

Emanuele Raffaele Maria Palattella, in arte "il principe", nasce a Bari il 6 ottobre 2000, subito dopo il parto si narra di una grave botta alla testa che segnerà per sempre la vita di questo giovane velista, evento che si colloca secondo nei più grandi traumi della sua vita, dietro solo all'incontro con Silletti. All'età di circa pochi anni si trasferisce insieme alla sua famiglia alla corte dei Ciasca, nel piccolo e ridente paesino di Polignano a Mare. Verso i 10 anni intraprende la sua carriera velistica la quale lo renderà uno dei personaggi più amati del panorama pugliese.


Un vecchio marpione già dalla tenera età



L'AVVICINAMENTO ALLA VELA E I PRIMI TRAUMI

Alla prematura età di 10 anni, il nostro piccolo eroe mette per la prima volta il naso alla Lega Navale di Monopoli, dove fa il suo primo corso di vela e si rifiuta di salire sul 555 perché a sua detta "mamma non vuole". Superato l' ostacolo materno il piccolo Raffaele sale in barca sotto la guida dei più esperti Alessandra Pedone e il lifecoach Franco D'Andria.

L'anno successivo il nostro campione fa la conoscenza della persona che col passare del tempo l'avrebbe condotto sulla cattiva strada percorsa tuttora, l'allora undicenne Alfonsino.

Con quest'ultimo intraprenderà una delle storie d'amore più belle della vela pugliese.



I PRIMI SUCCESSI, LA CARRIERA MUSICALE E L'INTRECCIO AMOROSO

Durante l'adolescenza il piccolo Palattella si mette in mostra durante le regate optimist tanto da guadagnarsi il pass per i campionati giovanili di Follonica. I risultati danno alla testa al giovane polignanese, che decide di intraprendere una carriera canterina parallela. Periodo canoro che non porta successi al rapper provetto, ma al contrario scatena in lui un lungo periodo di depressione.

Un Palattella che affoga le sue tristezze nell'alcool

Nello stesso periodo diventa allenatore un certo Alessandro Girolamo Silletti, un ragazzo dalle spiccate doti canore e con panza da birra portata altezzosamente.

Con Girolamo, il piccolo Emanuele, inizia una relazione intensa alle spalle del suo compagno Alfonsino, ma in questo triangolo amoroso s'inserisce un giovane e ancora sconosciuto Mr.P (all'epoca noto semplicemente come Palloccio). Con quest'ultimo Girolamo ha un intesa particolare, che si scoprirà essere legata alla misteriosa parentela che li lega.


Il Palattella, il Silletti e un occasionale

IL PASSAGGIO AL LASER E LA DEFINITIVA ROVINA

Nell'estate 2014 Raffaele, ormai un giovanotto, decide che i suoi 36,5 kg erano troppi per l'optimist e passa così al laser. Causa lo "studio" e le femmine Raffaele si allena sempre meno, ma sfornando periodicamente perle comiche in rozzo accento polignanese.

L'anno successivo partecipa a due tappe dell'Italia Cup, rendendosi protagonista di buffe situazioni sul lungomare di Crotone insieme ad Alessandro Castriota-Scandenberg figlio di Federico Castriota-Scandenberg.

Nel 2016 dopo un viaggio a Londra torna motivato e con l'intento di allenarsi seriamente per competere a livello zonale, e nel 2017 ci andrà vicino pur non essendo salito in barca per molto tempo.

Sempre nel 2017 si avvicina al suo concittadino Ciasca per il quale nutre sentimenti veri e passionali, che però non sono ricambiati dal birbante riccioluto che al contrario manifesta un forte odio condito da minaccie qua e là.


Ciò che rimane del Palattella

Cosi si chiude il racconto di quello che era, è, e sarà uno dei personaggi più amati e paraculati dell'ottava zona. Con la speranza che il Gianluca Grignani della vela possa regalarci ancora tante emozioni.

63 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti