February 13, 2019

February 12, 2019

Please reload

Post recenti

WC 2019 | Sakaiminato, Giappone, Radial Femminile

July 26, 2019

1/7
Please reload

Post in evidenza

WC 2019 | Sakaiminato, Giappone, Standard

July 9, 2019

Tempo di pagelle: nelle acque di Sakaiminato, dopo un’appassionante settimana caratterizzata da condizioni meteo variabili con venti da leggeri a medio-forti, si è appena concluso il Campionato del Mondo 2019 della Classe olimpica Laser che assegnava 5 pass per le prossime Olimpiadi di Tokyo 2020: sui 156 partecipanti provenienti da 57 nazioni (15 della quali già in possesso del ticket olimpico) a spuntarla su tutti è il campione olimpico in carica Tom Burton (59 pts.) sul compagno di nazionale Matthew Wearn (63 pts.) e sul neozelandese George Gauttrey (69 pts.).

Si selezionano SWE, ARG, RUS, HUN e GUA; per l’Italia ancora due chance.

 

 

 

Tom Burton (AUS)

Posizione: 1

Voto: 10 e lode

L’Aussie medaglia d’Oro alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, dopo anni di tentativi, riesce nell’impresa di riportare nella terra dei canguri il titolo mondiale che manca dal lontano 2012, conquistato dall’omonimo Slingsby. Sempre costante in ogni condizione, esce dalla top 10 soltanto quattro volte. Unica pecca non aver conquistato un primo di prova. Lucido e consapevole. Golden Boy.

 

Matthew Wearn (AUS)

Posizione: 2

Voto: 9

Uno scivolone di troppo nei primi giorni di finals relega il giovane gigante di Perth alla seconda piazza a soli quattro punti dalla vetta, aggiungendo pepe alle selezioni per chi andrà a caccia di una medaglia il prossimo anno a Tokyo 2020. Fenomeno in fieri.

 

George Gautrey (NZL)

Posizione: 3

Voto: 8,5

Neozelandese, giovanissimo (classe 1997), fortissimo. Campionato perfetto tra gli astri della vela, coronato dall’aver messo in fila fior di campioni come il compatriota medaglia di Bronzo di Rio. Bambino prodigio.

 

Sam Meech (NZL)

Posizione: 4

Voto: 8

Il Kiwi Bronzo olimpico in carica, con tre primi di giornata all’attivo, dopo essere salito sul podio virtuale per gran parte della settimana, perde il duello con il giovane collega connazionale. Campionato di qualità. Medaglia di Legno.

 

Nick Thompson (GBR)

Posizione: 5

Voto: 7,5

Il già due volte campione del mondo sente la pressione delle selezioni interne e, grazie all’esperienza ormai decennale tra i top della classe, recupera posizione su posizione chiudendo la regata al quinto posto e primo tra i britannici. Rodato.

 

Jean-Baptiste Bernaz (FRA)

Posizione: 6

Voto: 7

La pertica francese della Classe Laser dopo una partenza a dir poco perfetta, vede svanire il sogno del podio nelle finali dopo un quarto giorno a metà flotta che gli fa perdere punti pesanti e posizioni per la classifica generale. Sempre tra i migliori, limita i danni. Infaticabile.

 

Elliot Hanson (GBR)

Posizione:7

Voto: 6,5

Sufficienza abbondante dopo una settimana caratterizzata da alti e bassi. Consapevole di essersi selezionato per la Preolimpica, sa che le selezioni per l’evento dai cinque cerchi sono sempre più vicine. Focalizzato.

 

Lorenzo Brando Chiavarini (GBR)

Posizione: 8

Voto: 6,5

Conclude il Campionato del Mondo come terzo britannico l’italo-scozzese che passa la maggior parte del suo tempo ad allenarsi sul Lago di Garda a pari punti con il coetaneo Hanson. In ottica selezioni ne vedremo delle belle. Italico.

 

Philipp Buhl (GER)

Posizione: 9

Voto: 6

Dopo un inizio settimana ai vertici, anche il tedesco vede svanire il sogno di una ulteriore medaglia mondiale nelle giornate di finali complici un piazzamento oltre la trentesima piazza ed una squalifica per bandiera nera. Continentale.

 

Thomas Sounders (NZL)

Posizion: 10

Voto: 6

Il terzo Kiwi chiude la top 10 con una serie di risultati costante. Senza infamia e senza lode tra i migliori al mondo. Isolano.

 

Robert Scheidt (BRA)

Posizione: 12

Voto: non me la sento.. a prescindere vorrei comunque dargli più di 10 e lode.

Mr. Laser, nato nel 1973, lotta con i denti punto su punto a fianco di atleti con la metà dei suoi anni. Inizia la settimana ai vertici della generale per poi perdere punti preziosi che gli costano la top 10 nelle giornate conclusive. A prescindere dal risultato un po’ sottotono per il suo standard, il più Grande si seleziona così per la sua sesta Olimpiade. Infinito. Dio del Laser.

 

Pavlos Kontides (CYP)

Posizione: 18

Voto: 5

Settimana da dimenticare. Inizio da incubo e conclusione in rimonta, ma non abbastanza per raggiungere i migliori nella baia di Sakaiminato. Cede il titolo di Campione del Mondo. Non sempre si vince. Impacciato.

 

Bruno Fontes (BRA)

Posizione: 25

Voto: 6,5

Ultima partecipazione al Campionato del Mondo Laser per il semi-Dio del Laser carioca che termina vincendo l’ultima prova a coronamento di una splendida carriera. Buon Vento.

 

Italia Team

Posizioni Gold: 45 Gallo, 46 Villa; Silver: 53 Planchestainer, 72 Musone, Coccoluto 103

Voto: 4

Dopo un primo giorno che ha lasciato ben sperare con la vittoria della prima prova di Marco Gallo e i buoni piazzamenti dei giovani Villa (al debutto mondiale in Gold! Mica da tutti!) e Musone, la settimana è stata un continuo calando a discapito dell’unico vero obbiettivo: la selezione per le Olimpiadi di Tokyo. Dunque tutto rimandato al prossimo anno per l’assegnazione degli ultimi pass al Campionato del Mondo e alla World Cup di Genova. Testa bassa.

 

Commonwealth Vs. Antico Continente

Voto: 8/10

Che i paesi anglosassoni abbiano lunga tradizione di navigatori è cosa nota. Che nella Classe Laser occupino le prime posizioni da anni è ormai consuetudine. Docenti.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Archivio
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

*Disclaimer

Questo sito - da maggio 2017 organo di comunicazione a livello zonale riconosciuto da FIV e AICL - è nato ed esiste per gioco,

con lo scopo di raccogliere storie, dati ed emozioni della flotta pugliese più nutrita e variegata, con oltre 100 atleti dai 13 ai 70 anni.

Ormai una Famiglia.

(C) 2017

Dedicato a Luciano, Gianpiero e Mirko