February 13, 2019

February 12, 2019

Please reload

Post recenti

WC 2019 | Sakaiminato, Giappone, Radial Femminile

July 26, 2019

1/7
Please reload

Post in evidenza

3.2018 | Porto Cesareo, Radial

June 21, 2018

Inizio giugno, fine della scuola, inizio dell'estate, del divertimento, della svagatezza, della leggerezza, fine dello studio matto e disperato, dei pomeriggi uggiosi. Non per tutti. C'è chi durante l'anno ha gozzovigliato, si è divertito ed ha iniziato a studiare tardi, trovandosi un bel debito sul groppone e una bella estate da passare sui libri a recuperare quanto non fatto nei mesi scolastici. Fra loro figura anche il Pagellista Davide, che con colpevole ritardo prova ad accattivarsi la Redazione proponendoci le Pagelle di Porto Cesareo.
 

 

 

10. Susca Erica Solita storia ma a contendere il titolo di prima femminile c'è anche il giudice Elisa D'Ippolito che tenterà di aggrapparsi al regolamento per batterla ma per il momento il divario da colmare è tanto, in prevenzione Erica sta già provando a tornare in 4.7 per non farsi battere (ormai è una moda). Voto 6 - LUNGIMIRANTE

 

9. Napoletano Alessandro Riesce a partire senza essere squalificato e di per se è già una vittoria. Si rilassa il giorno prima insieme ai leccesi e al compagno Spagnolo tentando di flirtare con loro ma con scarso successo. Il giorno dopo si diverte a giocare con Tanzarella ricordandosi a meta di essere in regata. Voto 5 - LATIN LOVER

 

8. La Barbera Angelo in grande miglioramento il nostro Angioletto che risparmia il fiato per la regata e si inoltra nel magico mondo degli steccati. Sara lo steccato il segreto delle ottime boline messe a segno dal biondo?? L'unico modo per scoprirlo è nasconderlo e far avventurare Angelo in una caccia al tesoro. Voto 7,5 - NUOVI ORIZZONTI

 

7. Spagnolo Davide  La schiena prima mormora, poi brontola, gli acciacchi si fanno sentire, il tempo passa. Alla sua età essere su un campo di regata è già uno bella soddisfazione. Nella prima prova resta attardato per avvitare le viti del girello, ma così può godersi da posizione privilegiata i più giovani darsele di santa ragione. Nella seconda prova, come di consueto cala il vento e sale l'agonismo, purtroppo la demenza senile gli fa dimenticare le regole base delle regate con bavetta: guardare gli Standard e vedere dove c'è più pressione, così perde il treno dei primissimi. Ferito, ma non abbattuto, lotta come un leone per risalire la classifica, riesce ad agganciare il treno per la quinta posizione, ma sul più bello un errore del macchinista Gusella lo fa finire fuori dai binari, il treno deraglia. Ferito, ma non abbattuto. Di nuovo. Lotta di poppa, recupera, lotta di lasco, recupera, lotta di bolina, recupero. Chiude sesto come un veterano, con onore. Voto 6 -  GREAT GRAN MASTER DI QUARTO LIVELLO

6. Avvento Luca
 Grande prova per lui, si piazza subito davanti a entrambe le prove riuscendo a resistere meglio nella seconda, paga l'inesperienza di poppa ma resta comunque un ottimo risultato da sbattere in faccia ai compagni più noti Santomauro e Lucente. Voto 8 - DAL NULLA 

 

5. Mariano Andrea Dopo le ultime uscite ci si aspettava molto di più da lui, soprattutto perché giocava in casa, bisticcia con il vento e con Gusella per gran parte della regata. Confonde le bandiere e credendo che il comitato abbia issato la Oscar inizia a pompare guadagnandosi il disprezzo della flotta.. Voto 6 - 420ISTA

 

4. Ciasca Leonardo Sta iniziando a riprendere confidenza con la radial. Non commenteremo la sua performance in acqua dato che non importa a nessuno ma ci concentreremo sulle schifezze fatte a terra. Arriva con lo sguardo addormentato e il riccio spavaldo e come da consuetudine è l'ultimo ad armare. Al rientro decide di sfogare le sue frustrazioni sul povero Gusella con una protesta per conto di Spagnolo. Nonostante la miserabile sconfitta a terra e in acqua non si da per vinto e continua a bisticciare con la giuria fino a farsela amica e infiltrarsi al tavolo dei giudici a fine regata.. Voto 5 - RIPROVEVOLE

 

3. Gusella Gianpaolo Il giorno prima s'improvvisa Nibali e si fa Lecce-Porto Cesareo in bici senza calcolare il ritorno. Dopo l'ennesima notte peccaminosa passata al fianco di Spagnolo si presenta fresco sulla linea di partenza. Prima prova dominata sin dall'inizio e seconda piena di colpi di scena. Minaccia un paio di volte Mariano per un pompaggio un pelo accentuato e battaglia con quest'ultimo e il suo compagno di nanna fino all'arrivo dove vede passare entrambi. Il tutto coronato da una protesta da parte di Ciasca (ma questa è un'altra storia).  Voto 6,5 - IO MI INFILO LO STESSO

 

2. Marasco Antonio Sbatte in faccia a tutti un fantastico secondo posto. Nella prima prova in accordo con Nicoli decide di spararsi il bordo ma non riesce a tenere il suo passo. Tra una prova e l'altra cerca di corrompere Spagnolo offrendogli un panino, una coca cola e un abbraccio da Augusto per farlo passare davanti. Rinuncia alla regata di Bellano per meditare o più semplicemente organizzare la sua estate. Voto 8,5 - SUMMERTIME

 

1. Nicolì Francesco Dopo aver passato la serata pre regata sbattendo in faccia a Napoletano i suoi innumerevoli successi in campo sportivo, scolastico e culturale decide di lasciar divertire un po gli altri alla prima prova, se non fosse che dove va lui il vento segue. Rimane un pelo dietro il gruppo di testa per la prima parte per poi spararsi il bordo e chiudere secondo. Nella seconda prova parte discretamente ma deve fare i conti con Avvento che riesce a tenerlo a bada solo di bolina.  Voto 8 - UNA PASSEGGIATA.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Archivio
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

*Disclaimer

Questo sito - da maggio 2017 organo di comunicazione a livello zonale riconosciuto da FIV e AICL - è nato ed esiste per gioco,

con lo scopo di raccogliere storie, dati ed emozioni della flotta pugliese più nutrita e variegata, con oltre 100 atleti dai 13 ai 70 anni.

Ormai una Famiglia.

(C) 2017

Dedicato a Luciano, Gianpiero e Mirko