February 13, 2019

February 12, 2019

Please reload

Post recenti

WC 2019 | Sakaiminato, Giappone, Radial Femminile

July 26, 2019

1/7
Please reload

Post in evidenza

6.2017 | Ugento, 4.7

July 10, 2017

Era un ragazzo mite, generoso, che non avrebbe mai fatto male a una mosca, ha dichiarato Vincenzo Tamborini Frisari parlando di Alfonso Basile, il neo-cinghiale che per sette mesi, fin dall'inizio dell'anno, ha tenuto sotto controllo, nella loro fragilità, la flotta Laser pugliese, i cinghiali, quelli duri e puri. Poi arrivò quel maledetto giorno in cui venne a conoscenza del Fantalaser. Il resto è storia. Il resto è romanzo. Il resto sono le sue prime pagelle.

1. Martino Pettini
: decide di dettare tendenza col suo ciuffo sbarazzino da piskelletto dark (infatti dopo aver vinto la seconda prova inizia a dire frasi senza senso alla Tony Effe, ndr). Regata per lo più da solo riuscendo a spuntarla in ogni situazione, è il primo dei fantastici quattro che stanno avanti. E per la gioia di chi ha venduto anche sua nonna per prenderlo al fantalaser sbanca tutto. LA COSA 9,5

 

2. Ferdinando Conte: in partenza non si vede, nonostante questo riesce a fare un'ottima regata rimanendo davanti. Duella col compagno di squadra Ernesto fino all'ultimo rubandogli un primo che ormai si pensava fosse suo alla prima prova. Approfitta degli errori degli altri facendone carne di porcello. LO STRATEGA 9

 

3. Ernesto Natuzzi: si vede far soffiare due primi da sotto i baffi, ma riesce lo stesso a fare la sua regata. A terra discute con il sopracitato Ferdinando su come quei due primi lo avrebbero fatto competere anche con il Martino nazionale. Grazie alla sua performance i baresi si portano via tutto. L'INCREDULO 8,5

 

4. Emanuele Palatella: dopo un primo giorno da dimenticare fa vedere che dopo Bari c'è lui. Regata bene e quando il vento cala si unisce ad Angelo nel "richiamo del vento". A terra viene da me a ringraziarmi per avergli regalato un terzo. RICONOSCENTE 7,5

 

5. Riccardo (Alfonso) Basile: è l'erede del compagno di squadra Giancarlo Gisetta, infatti in suo onore non solo sbagliano il suo nome ma gli fischiano anche una gialla. A terra viene incaricato dal sommo Davide di fare le pagelle 4.7 e nonostante all'inizio sia un po' titubante alla fine accetta. Regata bene rimanendo sempre nel gruppo di testa. IL NOVELLINO 7,5

 

6. Alice Iorfida: continua la monarchia di Queen Alice II che porta a casa un altro primo femminile. Rimane nella prima parte della classifica facendo piazzamenti abbastanza costanti. LA RAGAZZA 7

 

7. Gianvito De Girardis: nella seconda prova sparandosi il bordo della disperazione a sinistra chiude secondo poi si perde nelle altre prove. GIANVITO 6,5

 

8. Alessandro Maravalle: navigando per i sette mari arriva da Pescara e approda in questo caldo weekend estivo a Torre San Giovanni. È sempre nel gruppo di testa ma appena si ricorda che il giallo è il suo colore preferito (tra l'altro aveva una maglietta giallo fosforescente con la quale si riconosceva a distanza), prende una gialla di troppo che lo spedisce all'ottava piazza della classifica. CATARIFRANGENTE 6

 

9. Marco Marotta: rimane nel mezzo in tutte le prove. Alla quarta prova appena gli chiedo di virare mi risponde con strani versi in brindisino. LATINISTA 5

 

10. Angelo Maria La Barbera: non una grande prestazione la sua. Appena il vento cala è solito abbinare dei simpatici aggettivi alla santa Trinità. Si ritira alla prima prova pensando che fosse stata annullata quando in realtà avevano accorciato il percorso, e tornato all'arrivo spiega al comitato cosa pensa di loro. PAPA FRANCESCO 4,5


Alfonso attacca, vediamo se il Leone di Trani a settembre risponderà facendo partire un contest fra pagelle nella classe 4.7

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Archivio
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

*Disclaimer

Questo sito - da maggio 2017 organo di comunicazione a livello zonale riconosciuto da FIV e AICL - è nato ed esiste per gioco,

con lo scopo di raccogliere storie, dati ed emozioni della flotta pugliese più nutrita e variegata, con oltre 100 atleti dai 13 ai 70 anni.

Ormai una Famiglia.

(C) 2017

Dedicato a Luciano, Gianpiero e Mirko