February 13, 2019

February 12, 2019

Please reload

Post recenti

WC 2019 | Sakaiminato, Giappone, Radial Femminile

July 26, 2019

1/7
Please reload

Post in evidenza

7.2016 | San Cataldo, Standard

November 14, 2016

Pagelle TOP 10:

 

Ostuni: E’ l’ultima regata dell’anno. E’ il suo compleanno. E’ la prima regata in cui c’è la sua donna a supportarlo. Ha un solo numero sulla vela. Questo numero è il numero 1. 1 come i due primi posti che mette in fila regatando in maniera attenta e emozionante. Nell’ultima poppa della seconda prova sembra Jan Postma sul suo Finn, sbaraglia la concorrenza surfando come un forsennato. Alla fine della prova dichiara “L’anima di Luca Nassini è entrata in me!”. E’ la regata perfetta, è la giornata perfetta e non sarò io con le mie pagelle a rovinargliela. Voto 10: IMPECCABILE

 

Raeli: “Il piccino” salentino si presenta alla regata con un enorme sorriso e la tranquillità che lo contraddistingue. In regata lo si vede sempre poco, è come un aereo stealth. Vola basso, vola alto, ma nessuno lo vede. E’ sempre li davanti a giocarsela con i primissimi. Una sensibilità al timone come pochi, dichiara che il suo unico allenamento fisio è “lu calcetto cu ll’amici”, ma sembra non essere mai sceso dalla barca. Voto: 8 UN FENOMENO E’ PER SEMPRE

 

Ostuni A.: Portare un cognome così sulla tessera FIV non è facile, ma il piccolo grande Angelo regata davvero bene e dopo il suo primo CICO dimostra maturità sul campo di regata. Bordeggia sempre con i primi, paga qualche piccolo errore di inesperienza tattica. I giornalisti sono certi che sarà una promessa della vela pugliese, sicuramente protagonista della prossima stagione velica. Anche i bookmaker puntano su di lui, considerando anche che dalla prossima settimana si allenerà con l’illuminato Basile neo-campione zonale Radial. Voto 7+: QUESTO E’ SOLO L’INIZIO

 

Dinelli: Il 2016 è l’anno del suo ritorno in singolo. Gli hanno regalato un laser e lui per tutta la stagione l’ha portato al massimo della velocità. Già dalla prima regata ha spiegato alla flotta come si copre di poppa, nelle successive ha spiegato come si recuperano regate già perse. E’ lui la sorpresa del 2016, chiude il campionato zonale al 2° posto e questo risultato fa felice soprattutto la sua famiglia che ha speso bene i soldi per il regalo di compleanno. Voci di corridoio dicono però che lo riciclerà a fine stagione. Voto 8 e mezzo: FREDDO E COSTANTE

 

Cassanelli: Qualche mese fa ha partecipato alla Spartan Race. Ma ieri si è definitivamente consacrato vero spartano, nonchè eroe dell’VIII zona. Deve per forza scendere in acqua per difendere il titolo e non può neanche sbagliare troppo. Porta a termine la regata con enormi problemi di stomaco, vince il campionato zonale 2016 con l’esperienza del campione, tenendo sempre gli avversari sotto controllo. Unica nota negativa è il maltrattamento che hanno subito le sue mutande e il suo steccato in regata. Ma per questa volta ci passeremo su. Voto: 9 GLADIATORE

 

De Michele F: Dopo una stagione abbastanza imbarazzante, perde il suo titolo di Buddha conferitogli dal supremo Mike Liuni. Durante la penultima regata di Monopoli attribuisce le colpe dei suoi scarsi risultati ad una vela datata. Effettivamente neanche lui ci crede. La prima prova è un districarsi tra gente che gli scuffia addosso e chi lo vuole centrare con la prua. Cerca di non demordere ma durante la seconda bolina gli appare la Madonna della Stanchezza, viene abbagliato, e sbaglia boa (di nuovo). Nella seconda prova sente dentro di sè, la fenice che risorge dalle ceneri e mette a segno una seconda bolina da manuale che lo porta a concludere al secondo posto. Sulla linea d’arrivo, emozionato nel tagliare l’arrivo con i suoi amici di sempre Paulino e Tomasino, grida verso il cielo: “Siamo noi l’ottava zona, siamo noi, cazzo!”. Ed una nuvola nera gli sussurra: “Lo eravate…” Voto 7- IN RIPRESA

 

Corsini: Il suo nome non è Emanuele, bensì Costanza. Mette a segno due ottimi settimi posti lasciando dietro tutti i suoi compagni di circolo e gli amici Master. Regata in maniera attenta, quanto disinvolta. Siamo certi che il prossimo anno se parteciperà a tutte le regate potrà dire la sua anche nella classifica generale. Voto 7 STATE ATTENTI

 

Pisanelli: Il campione dei due mari non si trova propriamente a suo agio con queste condizioni. L’allenamento da “sollevamento stampante per cambiare il toner” non lo favorisce con vento teso e onda formata. Protagonista di una scuffia in bolina in virata, non si dà per vinto e con un colpo di reni degno di Gianmarco Tamberi risale in barca dimostrando di che pasta è fatto. Siamo certi che il prossimo anno regalerà tante altre emozioni tra un salto di vento e l’altro. (un ringraziamento speciale per essere l’unico ad aver creduto in me al fantalaser <3) Voto 6 e mezzo BAVETTARO

 

De Michele R.: Dopo un’ottima prova nella zonale di Bisceglie vuole confermare la sua prestazione. E’ testimonial nella maglietta celebrativa dello scontro #TeamNelli e vuole dimostrare che non è solo un gregario, ma un protagonista. Purtroppo nella prima prova scuffia addosso al suo giovane omonimo tarantino, tacciandolo a terra di non avergli lasciato abbastanza spazio. Nella seconda prova conclude all’8° posto ma ciò non gli permette di andare oltre il 10° posto. Può fare molto meglio e sicuramente lo farà. Voto: 6 e mezzo SFORTUNATO

 

Mi piacerebbe anche scrivere di Ciasca l’organizzatore di eventi, di Mairo che si candiderà a sindaco di Taranto, di Palminteri che ha vinto il premio delegato dell’anno. Di Indellicati che con 20 nodi riesce comunque a girare le boe nei primi 6, di Guarini che rientra dopo 6 anni di stop ed è comunque a ridosso dei primi, del tendine di Gianni e del brutto periodo di Michelangelo.

Purtroppo però tra mezz’ora ho il volo per tornare a Bologna e non penso che scriverò altro. Il freddo mi deprime. Mi scuso in anticipo e spero che qualcuno possa rimediare.

Sappiate che questo è lo sport più bello del mondo e abbiamo la fortuna di farlo nella regione più bella del mondo (per me e per National Geographic). Trovare una famiglia allargata così è davvero raro e questo è un campionato troppo bello per non parteciparci, motivi per cui non regaterò mai in Emilia o nelle Marche.

Vi voglio bene.

Federico

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Archivio
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

*Disclaimer

Questo sito - da maggio 2017 organo di comunicazione a livello zonale riconosciuto da FIV e AICL - è nato ed esiste per gioco,

con lo scopo di raccogliere storie, dati ed emozioni della flotta pugliese più nutrita e variegata, con oltre 100 atleti dai 13 ai 70 anni.

Ormai una Famiglia.

(C) 2017

Dedicato a Luciano, Gianpiero e Mirko